Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti: proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'utilizzo dei cookie.

Per ulteriori informazioni consulta l'informativa. Per saperne di piu'

Approvo
Ecol Studio partecipa per la prima volta alla fiera per l’industria del processing e packaging Food e non Food e si presenta con una formula diversa e originale per andare incontro alle esigenze del suo pubblico.

 

Allo stand A41 - Pad. 1, metteremo a disposizione i nostri esperti per una consulenza professionale strutturata in veloci sessioni gratuite di training e approfondimento specifici in tema MOCA e SICUREZZA MACCHINE.

Sono molte le aree e le tematiche in cui Ecol Studio lavora e che incontrano il pubblico e gli operatori del settore di Ipack-Ima e altrettante le soluzioni che si sposano perfettamente con le tecnologie e i prodotti in esposizione alla fiera.

Ecol Studio ha deciso di focalizzarsi su due temi particolarmente cari: la conformità della sicurezza dei macchinari e l’idoneità al contatto alimentare e di affrontarli in modo attivo per rispondere ad esigenze personali e specifiche di ogni realtà.

Allo scopo di chiarire queste dinamiche, sullo stand Ecol Studio al Pad.1 stand A41, i nostri esperti Sicurezza Macchine e MOCA, metteranno a disposizione il proprio know-how proponendo delle sessioni gratuite di approfondimento: speed-date privati, incontri veloci e diretti nei quali i visitatori potranno affrontare tematiche specifiche di proprio interesse, riportare esempi e chiarire eventuali dubbi in materia.


Su Evenbrite trovate l’agenda completa degli speed-date. La pre-registrazione è già aperta e potete scegliere lo slot per voi più comodo.


Affrettatevi, i posti sono limitati!

Ci vediamo a Ipack-Ima!

 

Per la PRE – REGISTRAZIONE CLICCA QUI

Per avere informazioni o richiedere l'invito a questo o altri eventi organizzati da Ecol Studio, inviare una mail a marketing@ecolstudio.com
 


SICUREZZA MACCHINE

La Sicurezza delle macchine è uno dei tanti temi delicati che Ecol Studio affronta assieme ai suoi clienti.

Fabbricanti e Datori di lavoro devono assicurare la conformità dei macchinari presenti in azienda e, di conseguenza, la sicurezza dei lavoratori e dei consumatori che operano a contatto con macchinari di vari tipo secondo l’Articolo 70 del DLgs 81/08, il testo unico sicurezza e secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE.

Infatti, a seguito dei grossi cambiamenti tecnologici e commerciali e al significativo aumento del numero di macchinari immessi sul mercato UE, il Parlamento Europeo ha sentito la necessità di regolarizzare quest’ambito aggiungendo e modificando alcuni aspetti con una Direttiva che non può essere trascurata.

Attuare un piano di sviluppo in linea con la normativa europea (Direttiva Macchine 2006/42/CE) e con i regolamenti nazionali è fondamentale per porsi l'obiettivo di seguire quello che viene definito il principio di integrazione della sicurezza, al fine di assicurare la tutela dei propri lavoratori e garantire una continuità produttiva in piena sicurezza, efficiente e conforme.




MOCA

La normativa che ruota intorno aimateriali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA), è in continua evoluzione e poco armonizzata con quella del resto dei Paesi europei e non solo. Il quadro legislativo che regolarizza l’idoneità al contatto alimentare è molto complesso e modificato regolarmente, basti pensare che solo per il DM 21/03/1973 sono state apportate almeno 50 modifiche.

Conoscere le corrette istruzioni per la produzione, trasformazione e distribuzione di MOCA non è quindi sempre semplice. Manager, Responsabili Qualità o Responsabili di produzione delle imprese di tutta la filiera MOCA, ad esempio, faticano ad avere un visione chiara e limpida delle violazioni elencate nel D. Lgs. 29/2017 (cosiddetto ‘Decreto Sanzioni’) è spesso necessario un approfondimento tecnico della normativa di riferimento per singoli casi specifici.