Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti: proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'utilizzo dei cookie.

Per ulteriori informazioni consulta l'informativa. Per saperne di piu'

Approvo
SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO DEL 19/06/2018

Sulla GU del 18/06/18 è stato pubblicato il DM n. 69 Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ai sensi dell'articolo 184-ter, comma 2 del Dlgs 152/2006.


REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA DELLA CESSAZIONE DELLA QUALIFICA DI RIFIUTO DI CONGLOMERATO BITUMINOSO AI SENSI DELL'ARTICOLO 184-TER, COMMA 2 DEL DECRETO LEGISLATIVO 3 APRILE 2006, N. 152.

Il testo stabilisce i criteri specifici in presenza dei quali il conglomerato bituminoso cessa di essere qualificato come rifiuto ai sensi e per gli effetti dell'articolo 184-ter del Dlgs 152/06.


Le disposizioni del decreto non si applicano al conglomerato bituminoso qualificato come sottoprodotto ai sensi e per gli effetti dell'articolo 184-bis del Dlgs 152/06.



Entrata in vigore: 03/07/2018

SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO DEL 14/06/2018

Sulla Gazzetta ufficiale europea di oggi 14 giugno sono state pubblicate 4 direttive dell’Unione Europea per una economia più sostenibile.


ECONOMIA CIRCOLARE: DIRETTIVE UE DI MODIFICHE ALLE DIRETTIVE SU RIFIUTI, IMBALLAGGI, DISCARICHE, RAEE E VEICOLI FUORI USO

Le direttive del pacchetto economia circolare modificano 6 direttive europee sui rifiuti, sugli imballaggi, sulle discariche, sui rifiuti elettrici ed elettronici, sui veicoli fuori uso e sulle pile:
  • Direttiva (Ue) 2018/849 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018 che modifica le direttive 2000/53/CE relativa ai veicoli fuori uso, 2006/66/CE relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori e 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Direttiva (Ue) 2018/850 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti;
  • Direttiva (Ue) 2018/851 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 2008/98/CE relativa ai rifiuti;
  • Direttiva (Ue) 2018/852 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018 che modifica la direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio;

Le modifiche ai precedenti atti europei sono in vigore dal 04/07 prossimo, ma le direttive dovranno essere attuate negli ordinamenti nazionali entro il 05 luglio del 2020.

Tra gli obiettivi è previsto un aumento del riciclaggio, entro il 2025 fino ad almeno il 55% dei rifiuti urbani, ed un freno allo smaltimento in discarica, entro il 2035 massimo 10% in discarica.


Entrata in vigore: 04/07/2018

SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO DEL 31/05/2018

Sulla Gazzetta Europea del 17/05 u.s. è stata pubblicata la direttiva 725 che adegua al progresso tecnico la direttiva 48 del 2009 sui giocattoli.


DIRETTIVA UE CHE MODIFICA L'ALLEGATO II, PARTE III, PUNTO 13, DELLA DIRETTIVA 2009/48 SULLA SICUREZZA DEI GIOCATTOLI AL FINE DI ADEGUARLO AGLI SVILUPPI TECNICI E SCIENTIFICI PER IL CROMO VI

La modifica riguarda l’allegato II, parte III, punto 13 che riguarda i Limiti di migrazione che non devono essere superati da alcuni elementi, in questo caso si modifica la voce del CROMO VI per la parte mg/kg di materia rimovibile dal giocattolo mediante raschiatura.

Gli stati membri devono entro il 17/11/2019 adeguare i propri ordinamenti ed applicarli a partire dal 18/11. In Italia la direttiva è stata recepita con DLgs 54 del 2011
.


Entrata in vigore: 06/06/2018

SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO DEL 31/05/2018

Sul sito del Ministero del lavoro è stata pubblicata la circolare n.10 recante le Istruzioni per il rinnovo delle autorizzazioni alla costruzione e all’impiego di ponteggi ai sensi del DLgs 81/08.


CIRCOLARE MINISTERIALE - RINNOVO DELLA AUTORIZZAZIONI ALLA COSTRUZIONE E ALL'IMPIEGO DI PONTEGGI, AI SENSI DELL'ARTICOLO 131, C.5, DEL DLGS 81-08 E SMI

Le autorizzazioni alla costruzione e all’impiego dei ponteggi, rilasciate ai sensi del Dlgs 81/08, sono soggette a rinnovo ogni dieci anni.

Per dare attuazione a quanto previsto il ministero, tenuto conto anche del DM di gennaio 2018 riportante Norme per le costruzioni, elabora la circolare in oggetto.


I titolari delle autorizzazioni dovranno trasmettere al Ministero apposite istanze di rinnovo, corredando la richiesta con una copia delle singole autorizzazioni a suo tempo, una dichiarazione di mantenimento dei requisiti di sicurezza e una dichiarazione dalla quale risulti che la produzione del ponteggio è tuttora in corso.

Si precisa fin da ora che l’autorizzazione ministeriale si intenderà automaticamente revocata nei confronti del titolare dell’autorizzazione medesima qualora, per quest’ultima, non sia stata trasmessa regolare istanza di rinnovo entro il richiamato termine del 15 giugno 2018.


Entrata in vigore: non specificata

SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO DEL 21/05/2018

Sulla Gazzetta ufficiale del 17/05/2018 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’interno che riporta: “Disposizioni transitorie in materia di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l'erogazione di carburante liquido di categoria C”.


DISPOSIZIONI TRANSITORIE IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI PER L'INSTALLAZIONE E L'ESERCIZIO DI CONTENITORI-DISTRIBUTORI, AD USO PRIVATO, PER L'EROGAZIONE DI CARBURANTE LIQUIDO DI CATEGORIA C.

Il testo, che è entrato in vigore il 18 maggio, definisce un transitorio di 9 mesi per l’adeguamento alla nuova regola tecnica di prevenzione incendi definita a fine 2017.

I contenitori-distributori di tipo approvato, e conformi alla specifiche del DM 19-03-1990 e del DM 12-09-2003, che sono stati prodotti prima dell'entrata in vigore del DM 22/11/2017 (05 gennaio 2018), possono essere commercializzati e installati fino al 18/02/2019.


 Entrata in vigore: 18/05/2018